10/12/2019 - Interviews

Zizzed

by Luca Gricinella

Zizzed ci racconta il suo intenso percorso nei ritmi elettronici, prima e dopo l'esperienza con Reset! (foto qui sopra di Marco Viggiani).  

Zizzed è un autore, Dj e produttore versatile, con un'esperienza musicale su più fronti. Oltre a collaborare con rapper e cantanti, porta avanti con passione l'etichetta indipendente Avantique e vari progetti musicali. La sua concezione di bass music, non a caso, è molto aperta e da questa chiacchierata si capisce chiaramente. 

Innanzi tutto, vorrei sapere come si è evoluto il tuo rapporto con i vari stili della bass music negli anni, da quando hai iniziato ad ascoltarla.
Il primo incontro con la musica elettronica l’ho avuto da adolescente frequentando lo Studio 26 a Gravina nel ‘92 / ‘93. Con gli amici appena maggiorenni facevamo anche trasferte al Jubilee a Corato o al Divinae Follie di Bisceglie. Coccoluto, Joe T Vannelli, Frankie Knuckles, David Morales, Little Louie Vega erano i nomi più in vista. C’era una voglia di andare a ballare incredibile e le discoteche erano sempre piene. Nello stesso periodo riuscivo a vedere MTV UK grazie a un’emittente locale che, di notte, trasmetteva - sicuramente senza diritto - il segnale dall’Inghilterra. Videoregistravo da Chill Out Zone a Headbangers Ball passando per Mtv Dance, ma YO! MTV Raps fu la vera ventata d’aria fresca. A un certo punto, infatti, mi sono fissato con l’hip hop, ho cominciato a fare beat con Fast Tracker 2 usando il pc e, dopo un po’, ho registrato le mie prime demo. Nella seconda metà dei ‘90 ho cominciato a frequentare Kosmi e, dopo un annetto, ci siamo aggregati a Donato il Mostrino con cui è partita l’esperienza di Casa del Fico (con cui realizzeremo “Inadiiria”, un album per la Extra Label / Virgin) e la collaborazione stabile con l’I&I project, una realtà affermata nella scena sound system italiana. All’epoca organizzavano le dance hall più frequentate nel barese con ospiti della scena italiana o internazionale. Erano fan in particolare del reggae-dub UK e negli anni, invitarono The Disciples, Iration Steppas, Adrian Sherwood, Mad Professor, Zion Train ecc. Sempre loro portarono in tour in Italia - per la prima volta - The Rootsman che, nonostante fossi alle prime esperienze di produzione, dopo aver ascoltato le tracce a cui stavo lavorando, mi propose di remixare il suo singolo “Imitator”, che fu poi pubblicato su vinile dalla sua label Third Eye. Avevo 18 /19 anni. L’intera crew di I&I era appassionata all’evoluzione delle musiche afrocentriche per cui, nonostante il reggae e l’hip hop fossero i generi più apprezzati e suonati, c’era molta ricerca e apertura. Partivano in macchina dalla Puglia per andare a comprare i dischi a Londra. Ricordo quando ascoltammo per la prima volta General Levy e la jungle o “New Forms” di Roni Size (vedi il video qui sotto, ndr). O quando tornarono con un centinaio di vinili di UK garage mentre in Italia Craig David e Artful Dodger non si conoscevano ancora. Nel 2003 mi sono trasferito a Roma e, nel 2004, in ambito hip hop, ho vinto il Diesel Urban Award con il pezzo “Una famiglia”. Dopo sono stato coinvolto a fare rap nel progetto Santi Bailor e arrivammo in finale a Musicultura. Intanto mi ero messo a fare house con Reason 3 e ho partecipato con il nome “Forrest Drum presents: World Tour” al contest per nuovi Dj-producer indetto da Elettrowave: mi son classificato secondo alla finale di Bari, vinta dai romani 0hz con una performance live di roba electro e techno veramente avanti, che mi colpì molto. Ogni tanto mi chiedo che fine abbiano fatto. Infine, c’è il decennio trascorso con Reset! (2007 / 2017) dove ero co-organizzatore, produttore musicale, autore e Dj. Per raccontarvi questa storia non basta un articolo… Googlate che roba ce n’è. Sono stati anni bellissimi. Successivamente ho pubblicato musica come The Johnny Fresh Experience e come Vincent Campbell. Insomma, che si tratti di hip hop, reggae, electro, house, nella mia officina digitale ho a che fare da tempo con i generi ad alta densità di basse.

Con Reset! avete iniziato a farvi notare più o meno in corrispondenza con il boom della dubstep. Nei vostri set suonavate pezzi di Benga, Skream, DMZ e tutta quella scena? E in caso affermativo, come reagiva il pubblico italiano di allora? O non li suonavate perché non erano adatti?
Per la natura high energy di Reset! la dubstep a cui fai riferimento (quella pre Skrillex, Excision ecc. ecc.) non trovava tanto spazio nelle nostre selezioni. Ad ogni modo c’era qualche traccia di Benga che suonavamo e mi ero fatto un edit di “In For the Kills” di Laroux remixata da Skream a cui avevo aggiunto una cassa dritta da metà pezzo in poi. Inolte, per un paio d’anni abbiamo spesso suonato “Gold Dust” di Dj Fresh per chiudere i nostri set.

Da tanti anni vivi a Milano e visto che, ultimamente, si parla molto del suo respiro europeo, se dovessi giudicare il livello dei club in città paragonandolo, secondo la tua esperienza, a quello di piazze leader come Londra, Berlino o Parigi, a che livello siamo?
Be’, l’offerta a Milano di sicuro non manca. I booking internazionali (dei vari generi da ballo) sono sempre più frequenti. Poi basta andare sugli eventi segnalati su Resident Advisor e lì vedi che quello che cambia, più che altro, è la distribuzione settimanale. Mentre da noi è quasi tutto concentrato fra il venerdì e il sabato, nelle città che hai nominato anche infrasettimanalmente l’offerta è più ampia. Stiamo parlando di aree metropolitane anche più popolate di quella milanese e, fatte le dovute proporzioni, quello che Milano offre direi che è più che all’altezza.

A livello internazionale, tra i vari ritmi e le varie scene, quale pensi sia da tenere più d’occhio, ora come ora?
Sta uscendo un sacco di bella disco. Chi l’avrebbe mai detto, eppure è così. Defected e Glitterbox stanno regalando ancora una volta grandi emozioni. Poi c’è l’ondata afro da cui aspettarsi sicuramente qualcosa di spiazzante. Dalla Francia sta venendo fuori Gystere, un esponente della scena afrofuturista che mi piace molto. Poi ho apprezzato tanto il disco di Sturgill Simpson “Sounds & Fury”, di cui esiste anche la versione video su Netflix. Un misto di break electro, chitarre western e sintetizzatori che mi ha decisamente colpito. E poi i brasiliani. Il baile banger cresce (una traccia che mi è piaciuta ultimamente è “Balanca” di Chernobyl feat. Praga) ma anche sul versante della dance più ipnotica e dai connotati organici ho sentito roba interessante, “Bamba Querê” di Iara Rennó per esempio.

Guardando il tuo percorso, e sentendoti parlare, si capisce che hai un rapporto totale con i ritmi elettronici. Pensi che in Italia, certe scene, come quella drum and bass per esempio (visto che qui ne parliamo spesso), abbiano un pubblico ristretto perché vivono il rapporto con il ritmo prediletto con troppo fanatismo e settarismo? O pensi sia solo una questione musicale?
Penso che sia una questione socioculturale e mediatica. Ci sono delle città più attive e città dove non c’è mai stato un Dj o un gruppo che proponesse il genere e costruisse un movimento solido attorno a quel suono. Ma perseverando tutto è possibile.

Tra i vari progetti che porti avanti e in cui sei coinvolto, a quale stai dedicando più tempo in questo periodo?
Nel 2020 usciranno diversi album che ho prodotto negli ultimi due anni per cantanti e rapper. Non aggiungo altro per scaramanzia. Poi sto tirando su il mixtape di Avantique, la mia piccola label di elettronica alternativa, e completando i missaggi dell’album di Mbriake per la Pejor Records.

Per finire, se dovessi inserire in un tuo set cinque pezzi bass music, quali sceglieresti?
Scatta il revival:
Cassius - Youth Speed Trouble Cigarettes - Reset! "TROUBLE" Remix
Kidda - Under The Sun (Herve Mix Video)
Jack Beats - Get Down (Original Mix)
Bass Kleph - Bump Uglies (Stupid Fresh 'Wizards In Oz' Mix)
Vincent Campbell - Meow!

More interviews

20/11/2019 - Interviews

Yodaman

Esce oggi “Gioco Sporco” (Yodaman Music & Antistandard Recs), album grime di Yodaman (foto di Fabio Ficara).

25/09/2019 - Interviews

Railster

Railster (foto di Michela Nale) è un producer friulano residente a Londra. Ha pubblicato da poco un nuovo lavoro e con lui abbiamo parlato di questo ma anche di come vive Londra...

25/07/2019 - Interviews

ArpXp

Non è la prima volta che intervistiamo ArpXp (vedi qui). Questa volta parliamo del suo nuovo EP, "Somewhere Else", fresco di uscita per l'etichetta del Sun And Bass.

07/06/2019 - Interviews

Neuroscopia

A Milano, domani, sabato 8 giugno, Macao ospita Dom & Roland e Klone. Abbiamo intervistato i promotori della serata, le anime di Neuroscopia.  

24/05/2019 - Interviews

Exept

Gli Exept sono un duo italiano che, nel 2018, è entrato a gamba tesa nella scena europea drum and bass. Dopo l’uscita di “Kinshasa”, contenuto nella raccolta dell’etichetta Invisible, “Outlines 2”, sono entrati a far parte immediatamente del roster Methab, ...

13/05/2019 - Interviews

Inward

Inward è un producer ma anche un artista digitale e, nelle domande che gli abbiamo rivolto, ci siamo concentrati sulla sua arte 3D. 

07/05/2019 - Interviews

Phoet

"Broken Symmetry" è l'album di esordio del torinese Phoet. Già conosciuto come Ezra, il producer si è rimesso in discussione con questo nuovo alias e, anche grazie al supporto dell'etichetta Variables, sta facendo parlare molto di sé, a partire dall'...

16/04/2019 - Interviews

Nacho Tranquilo

Nacho Tranquilo è stato lanciato come l'MC lottatore e questa definizione (insieme alle sue foto con la maschera) ci ha incuriosito. 

04/04/2019 - Interviews

Xl Mad

"Badman Chronicles" è l'album d'esordio di Xl Mad, artista di origine portoricana a cui abbiamo rivolto qualche domanda (la foto in apertura è di Ila Brugal). 

20/03/2019 - Interviews

Dj Rocca

Dieci anni fa chiudeva il Maffia, un club con una storia unica in Italia, gestito da veri appassionati di musica. Ne abbiamo parlato con uno dei soci fondatori, Dj Rocca, cercando di concentrarci su quanto la drum and bass abbia contato in quell'esperienza. 

14/03/2019 - Interviews

Trust In Jungle

VSC, uno degli animatori della serata Trust In Jungle, ha raccontato a uno dei fondatori della storica Agatha Crew, Andrea Lai, come Roma vive la drum and bass oggi. Un dialogo tra due generazioni unite da ritmi underground e suoni bassosi. E tra una risposta e l'altra c'è a...

11/03/2019 - Interviews

Capibara

Dopo tante interviste, l'autore di "Omnia" (La Tempesta Dischi) risponde anche alle nostre domande, che prendono spunto da quanto e cosa gli altri hanno scritto finora...

08/03/2019 - Interviews

Beat Machine Records

Abbiamo intervistato i ragazzi di Beat Machine Records, etichetta indipendente italiana 

13/02/2019 - Interviews

Paolo Cenciarelli

Paolo Cenciarelli, fotografo, ha appena pubblicato il libro "Vangelo" per Drago. Lo abbiamo intervistato e in questa gallery trovate alcuni suoi scatti. 

01/02/2019 - Interviews

Lorenzo BITW

Lorenzo BITW, questa estate, ha pubblicato un album di 11 tracce, "Love Junction" per Friends of Friends. Lo abbiamo intervistato.

18/01/2019 - Interviews

Ila Brugal

Ila Brugal, vero nome Ilaria Mela, è una fotografa fiorentina classe '89 che vive a Londra da anni e ha fotografato soprattutto artisti della scena bass, soundsystem ed elettronica ma non solo. L’abbiamo conosciuta tramite la Numa Crew e in questa intervista ci racconta il suo perco...

12/12/2018 - Interviews

Was a be

È appena uscito "Overstep", il terzo EP su Shogun Audio a firma Was a be, ossia Fabio Forcella, producer e Dj originario di Como. Fino a pochi mesi fa dietro questo nome d'arte c'era anche Ivan Sarchi ma ora, con il passaggio da duo a progetto solista, in qualche modo s...

03/12/2018 - Interviews

DNN

Oltre a intervistato, a DNN abbiamo chiesto anche una playlist esclusiva.

29/11/2018 - Interviews

Kush Clouds

Abbiamo incontrato il duo milanese Kush Clouds, autore dell'EP "JOINT1".

06/11/2018 - Interviews

Stefano Ghittoni

Stefano Ghittoni (foto in homepage di Matteo Ghittoni) ci racconta "Mezzanine" e le atmosfere del 1998, anno di uscita di questo disco che i Massive Attack celebrano con un tour in arrivo anche in Italia nel 2019. 

05/11/2018 - Interviews

Aquadrop

Abbiamo rivolto qualche domanda ad Aquadrop, dj e producer milanese del roster di Doner Music.

19/10/2018 - Interviews

Ltd Colours

La nostra intervista ai due Ltd Colours (foto di Matteo Bellomo).

10/09/2018 - Interviews

Damianito

A maggio scorso, sulle pagine di Dj Mag abbiamo dedicato la nostra rubrica mensile a Damianito intitolando il pezzo "storia italiana di un dj in ascesa mondiale". Già, perché il ragazzo, partito da Matera, quest'anno ha vinto l'edizione internazionale del Red Bull 3St...

25/07/2018 - Interviews

Alessandro Romeo

Andrea Lai ha intervistato per noi il sound designer Alessandro Romeo che, nel 2015, ha fondato SampleTraxx.

25/06/2018 - Interviews

Andrea Mi

Leccese di base a Firenze, DJ, boss del radioshow Mixology, giornalista per Controradio e Soundwall, docente IED e Laba, collaboratore per il brand Vìen e la label OOH-sounds, Andrea Mi è stata una scelta super spontanea per le nostre interviste, avendo ricoperto nella storia della bas...

10/06/2018 - Interviews

Think’d

Think’d, rapper e dj, nel 2009 ha fondato Unctrl Alt Canc, uno dei primi progetti di bass music del Sud Italia e da anni, insieme al duo LTD Colours, anima il programma radiofonico Safe dove ha ospitato mix di artisti come Wallwork, Numa Crew, Deadroom, Mace e tanti altri, proponendo ritm...

28/05/2018 - Interviews

Leonard P (Grimeit)

Leonard P, fiorentino, da pochi mesi ha ideato un’etichetta insieme ai suoi soci della Numa Crew e a Dj Foster: Grimeit. L'esordio del marchio è avvenuto circa sei mesi fa con l'uscita del disco di Ninjaz MC, "Showgun". Nessun approccio purista: il grime è solo ...

21/05/2018 - Interviews

Merikan

Giuliano Gronholz aka Merikan, dj e producer classe 1990, da quando ha quindici anni è appassionato di elettronica e soprattutto di drum and bass. Ha vissuto a Londra ma da qualche tempo è tornato nella sua Napoli. Fa parte di MethLab Recordings e ha pubblicato alcune delle sue tracce ...

27/04/2018 - Interviews

Was a Be & Synth Ethics

Subtitles Music, Shogun Audio, The Dreamers Recordings e un EP appena uscito sulla prestigiosa Critical Music. Di chi stiamo parlando? Di quattro produttori italiani che fanno musica che potrebbe tranquillamente venire da Marte e invece sono italiani: Was a Be e Synth Ethics. Li abbiamo incontrati p...

08/01/2018 - Interviews

Inward, Hanzo & Randie

Inward, Hanzo & Randie sono tre produttori drum and bass tra i più attivi nella scena italiana e internazionale. Sono appena tornati da Londra dai DnB Arena Awards, il loro album era candidato tra i migliori del 2017 e, anche se non hanno vinto, si tratta comunque di un traguardo importan...

18/12/2017 - Interviews

Neve

Neve è producer, Dj e A+R di The Dreamers Recordings, etichetta di Torino che sta facendo molto parlare di sé, soprattutto all’estero e in particolare in Inghilterra. Lo scorso giugno, un suo Dj set ha aperto il primo round di Hellmuzik al Red Bull Culture Clash. Oggi esce un suo...

11/12/2017 - Interviews

Maztek

Maztek è di Roma. Suona da quando aveva 18 anni ed è passato dalla chitarra ai piatti e dai rave illegali ai club di tutto il mondo. Dal 2014 vive in Olanda dove è riuscito a mettere a fuoco la sua carriera e trovare il terreno fertile per arrivare a pubblicare su Ram, Regenade ...

04/12/2017 - Interviews

Ninjaz MC

Showgun (Grimeit), in uscita il 7 dicembre, è l’album di esordio di Ninjaz, MC della Numa Crew, collettivo toscano che rappresenta al meglio la via italiana alla bass music e che ha appena fondato Grimeit, etichetta dedicata proprio a questi suoni. L’artista fiorentino in questo d...

20/11/2017 - Interviews

ArpXP

Simone Deiana aka ArpXP è un DJ e producer sardo con uno stile che fonde drum'n'bass, jungle e future soul. Ha prodotto per etichette di punta come Metalheadz, V, Critical, Chronic fino alle più piccole e "future thinking" come Absys, Authentic, IM:Ltd e, vista la sua...

06/11/2017 - Interviews

Andrea Lai

Fondatore, insieme al compianto Riccardo Petitti, della seminale Agatha crew, Andrea Lai, romano, vive di musica dall'inizio degli anni '90, ricoprendo vari ruoli. La sua predilezione per tutta la bass music e il suo occhio aperto su tanti altri ritmi lo hanno portato a suonare tre volte, da...

23/10/2017 - Interviews

Kiril

Critical Music compie quindici anni e, per festeggiare, l’etichetta inglese sta facendo un tour mondiale. Il 31 ottobre la serata Critical Sound atterra al Centralino Club di Torino con il suo leader e fondatore Kasra a fare da traino a una line up notevole formata da Kiril, Was a Be, Synth Et...

10/10/2017 - Interviews

Calyx

Dnb Temple è il nuovo festival 100% drum and bass: due sale e più di dieci artisti in scena sabato 14 ottobre al Rivolta di Mestre. Abbiamo intervistato uno degli headiner dell’evento, il londinese Larry Cons AKA Calyx, attivo nella scena dal 1998 e che, con il suo socio Teebe...

Get in touch

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità Hellmuzik.com!