08/03/2019 - Interviews

Beat Machine Records

by Think'd

Abbiamo intervistato i ragazzi di Beat Machine Records, etichetta indipendente italiana 

Arrivata a circa 30 release tra album ed EP della serie Swinging Flavors, la milanese Beat Machine Records sta diventando pian piano un punto di riferimento per la bass music italiana, ma senza limitarsi a certe sonorità. I due ragazzi che la gestiscono, Luca e Alberto, ci hanno parlato della loro particolare visione facendo naturalmente riferimento ai loro lavori e soprattutto al perché, a volte, scelgono di osare così tanto musicalmente, accennando anche alla loro residency su Radio Raheem, con ciliegina sulla torta la classica playlist esclusiva (sotto lo streaming)

Con il vostro lavoro di questi anni come e quanto pensate di aver contribuito all'evoluzione della bass music in Italia? E come giudicate lo stato attuale della scena?
Guardando allo stato attuale della scena bass in Italia credo che il nostro apporto sia stato davvero marginale. Non crediamo esista una scena bass che possa essere definita tale. Noi stessi abbiamo molte difficoltà a selezionare artisti Italiani senza dover rinunciare alla “novità”. Questo, pur trattandosi di una situazione circoscritta alla nostra personale esperienza, dimostra che manca una scena dove gli artisti si influenzano a vicenda dando vita a forme nuove e interessanti. Ovviamente, non mancano “eccezioni alla regola” ed è compito nostro quello di supportare e diffondere queste eccezioni. Anche guardando alle nostre vendite, ai nostri follower, il 90% di questi non è Italiano. Sia chiaro, visti i tempi meglio specificare che non sposiamo il detto “prima gli Italiani”, ma nell’analisi della scena nostrana anche questo fattore ha la sua importanza. Il giudizio sulla scena bass pertanto non può essere positivo. Detto questo, esempi positivi non mancano (e speriamo di essere tra questi :) ) e sta a noi fare network e provare a portare alla luce anche oltralpe ciò che di positivo la scena ha da offrire.

In quasi ogni vostra release cercate di inserire un remix di un producer top level (alcuni esempi: Om Unit, Fixate, Sully, Ipman, Coco Bryce, Danny Scrilla e tanti altri) e, a mio parere, sta diventando una vostra caratteristica peculiare, mettendovi in evidenza rispetto al lavoro di altre etichette, non solo italiane. Viene ripagato questo lavoro di ricerca e, inevitabilmente, di promozione di nomi che molto spesso in Italia non sono conosciuti e che invece grazie a voi vengono man mano scoperti?
Hai ragione, è diventata una caratteristica peculiare che già altri hanno evidenziato. C’è una ragione per la quale quasi tutte le nostre release contengono un remix “famoso”, ed è puramente promozionale. Lavorando con artisti emergenti, ed essendo noi per primi una realtà emergente, poter lavorare su un remix top level ti semplifica una parte del lavoro. Il nostro dovere verso gli artisti che ci affidano le loro release è quello di presentarle nel modo opportuno (ovviamente anche a seconda delle proprie possibilità) e soprattutto alla scena / target appropriato. L’individuazione del remixer diventa quindi fondamentale affinché questo secondo punto si realizzi nel modo migliore e più efficace. La scelta giusta in questo caso muove vendite per quello che riguarda la release e spesso dà l’opportunità di inserire l’artista che ha firmato le tracce originali, nei canali più adatti al suo sound. L’ultimo remixer scelto (Fixate) è stata una mossa molto ben riuscita, ma abbiamo fatto anche alcuni flop… e in questi casi il danno è doppio, perché oltre a non ricevere i risultati sperati, c’è stato anche un investimento non indifferente per una piccola realtà come noi.

Siete forse la prima label italiana a spingere sonorità inusuali qui da noi come footwork e juke, oltre ad altre particolari sfaccettature bass o beats oriented come i dischi di Daykoda, Big Hands, Lynch Kingsley, solo per voler rimanere su esempi italiani - nonostante ampliate il discorso anche a UK, Giappone, Germania, Russia, Spagna, ecc. Immagino siate sempre stati consapevoli dei rischi di questa scelta, ma secondo voi perché nessuno l'ha fatto prima?
Abbiamo un po’ di difficoltà su questa domanda, sia nel metterci nei panni di chi non ha fatto la nostra stessa scelta, sia perché Beat Machine Records non nasce come etichetta focalizzata su dei generi specifici (seppur siamo consapevoli che il campo di azione per ora è quello da te citato). Ad ogni modo, più che parlare di rischi che si corrono lavorando su questi sound in Italia, cercherei la motivazione su quanti appassionati di questi generi ci sono effettivamente in Italia. Credo che il numero esiguo di appassionati limiti di conseguenza anche chi è disposto a investire su queste sonorità. Per quanto riguarda i rischi, infatti, non crediamo che questi siano molto maggiori rispetto a quelli che si correrebbero lavorando su altri sound… ovviamente questo discorso va contestualizzato ai tempi nostri, di internet e della possibilità di ridurre distanze prima incolmabili per piccole etichette discografiche. Non che manchino rischi e difficoltà, anzi, sono all’ordine del giorno. Ma crediamo che le cause vadano individuate in altro più che nei generi musicali.

Avete una residenza mensile su Radio Raheem a Milano: come procede? Avete riscontri positivi? Avete mai pensato a un altro resident show su una radio non italiana o preferite dare questa possibilità solo ai vostri artisti? 
È la nostra prima esperienza di residenza radiofonica e per ora ne siamo più che felici. Non tanto per i riscontri in termini di following (niente di eclatante, ma ce lo aspettavamo), ma per quanto riguarda la gestione del radio show. Lo stiamo facendo in modo molto serio e professionale e per ora crediamo di aver realizzato degli show interessanti e integrati, anche attraverso gli special guest, alle attività promozionali che portiamo avanti quotidianamente sulle nostre release. Inoltre siamo grandi appassionati del mondo radiofonico ma soprattutto siamo convinti che sia il mezzo di comunicazione tutt’oggi più intrigante e ancora essenziale alla diffusione di musica e non solo. Per quanto riguarda residenze su radio straniere, questo è stato un punto al quale avevamo approcciato proprio inizialmente ma poi mai portato avanti. Siamo felicissimi di aver scelto Radio Raheem (anche per il discorso precedente di muoversi sul mercato nostrano) e per ora limiteremo le nostre apparizioni su radio straniere a show “one shot” come avverrà nel mese di marzo su Reform Radio (radio di Manchester) con due ore tutte nostre. 

C'è un’uscita dell'etichetta che pensate sia stata sottovalutata dal pubblico e/o dagli addetti ai lavori e che volete consigliare di andare a riascoltare? 
Il BMR017, “Resentment” di Soreab (con il remix di Lamont). L’uscita ha avuto pochissimo risalto, magari anche per colpa nostra, ma riteniamo Dario (Soreab) un produttore davvero valido e la sua release, tecnicamente molto ben fatta che, pur non avendo “singoli”, si presta per un ascolto senza sosta di tutte le tracce. Certo, non è un sound per tutti, ma pensiamo che meriti un secondo ascolto (o primo per chi se l’è fatta completamente sfuggire). 

Ci spoilerate qualche info sulle prossime uscite, così vi imballiamo i pre-order?
Non ci piace spoilerare perché la nostra attività promozionale fa grande leva sull’attesa / sorpresa. Siamo però consapevoli di avere delle release davvero interessanti tra le mani. Release che copriranno una vasta gamma di sound e che vedranno tanto degli artisti new entry in Beat Machine quanto delle vecchie conoscenze come il già citato Soreab che ha preparato delle tracce da hit Billboard :). Ovviamente il tutto sarà condito con collaborazioni e remix top level… insomma, stay tuned!

LA PLAYLIST DI BEAT MACHINE RECORDS

Pablo Dread - “Fyah Burnin'”
Mani Festo - “All Potential Badboy”
Breaka - “Damn Hot (Danny Scrilla Remix)”
Soreab - “Tai”
Big Hands - “Untitled (Tensegrity)”
Fracture - “TurboToms”
Capibara - “Fantino”
Benton - “Going Down”
Hornsey Hardcore - “The Wiz”
Paradox - “The Bolide”





More interviews

30/04/2020 - Interviews

Ltd Colours

Abbiamo avuto modo di ascoltare in anteprima “Eclipse”, il nuovo EP degli Ltd Colours e abbiamo rivolto qualche domanda ai due membri di questo interessante progetto italiano dal respiro internazionale.

10/12/2019 - Interviews

Zizzed

Zizzed ci racconta il suo intenso percorso nei ritmi elettronici, prima e dopo l'esperienza con Reset! (foto qui sopra di Marco Viggiani).  

20/11/2019 - Interviews

Yodaman

Esce oggi “Gioco Sporco” (Yodaman Music & Antistandard Recs), album grime di Yodaman (foto di Fabio Ficara).

25/09/2019 - Interviews

Railster

Railster (foto di Michela Nale) è un producer friulano residente a Londra. Ha pubblicato da poco un nuovo lavoro e con lui abbiamo parlato di questo ma anche di come vive Londra...

25/07/2019 - Interviews

ArpXp

Non è la prima volta che intervistiamo ArpXp (vedi qui). Questa volta parliamo del suo nuovo EP, "Somewhere Else", fresco di uscita per l'etichetta del Sun And Bass.

07/06/2019 - Interviews

Neuroscopia

A Milano, domani, sabato 8 giugno, Macao ospita Dom & Roland e Klone. Abbiamo intervistato i promotori della serata, le anime di Neuroscopia.  

24/05/2019 - Interviews

Exept

Gli Exept sono un duo italiano che, nel 2018, è entrato a gamba tesa nella scena europea drum and bass. Dopo l’uscita di “Kinshasa”, contenuto nella raccolta dell’etichetta Invisible, “Outlines 2”, sono entrati a far parte immediatamente del roster Methab, ...

13/05/2019 - Interviews

Inward

Inward è un producer ma anche un artista digitale e, nelle domande che gli abbiamo rivolto, ci siamo concentrati sulla sua arte 3D. 

07/05/2019 - Interviews

Phoet

"Broken Symmetry" è l'album di esordio del torinese Phoet. Già conosciuto come Ezra, il producer si è rimesso in discussione con questo nuovo alias e, anche grazie al supporto dell'etichetta Variables, sta facendo parlare molto di sé, a partire dall'...

16/04/2019 - Interviews

Nacho Tranquilo

Nacho Tranquilo è stato lanciato come l'MC lottatore e questa definizione (insieme alle sue foto con la maschera) ci ha incuriosito. 

04/04/2019 - Interviews

Xl Mad

"Badman Chronicles" è l'album d'esordio di Xl Mad, artista di origine portoricana a cui abbiamo rivolto qualche domanda (la foto in apertura è di Ila Brugal). 

20/03/2019 - Interviews

Dj Rocca

Dieci anni fa chiudeva il Maffia, un club con una storia unica in Italia, gestito da veri appassionati di musica. Ne abbiamo parlato con uno dei soci fondatori, Dj Rocca, cercando di concentrarci su quanto la drum and bass abbia contato in quell'esperienza. 

14/03/2019 - Interviews

Trust In Jungle

VSC, uno degli animatori della serata Trust In Jungle, ha raccontato a uno dei fondatori della storica Agatha Crew, Andrea Lai, come Roma vive la drum and bass oggi. Un dialogo tra due generazioni unite da ritmi underground e suoni bassosi. E tra una risposta e l'altra c'è a...

11/03/2019 - Interviews

Capibara

Dopo tante interviste, l'autore di "Omnia" (La Tempesta Dischi) risponde anche alle nostre domande, che prendono spunto da quanto e cosa gli altri hanno scritto finora...

13/02/2019 - Interviews

Paolo Cenciarelli

Paolo Cenciarelli, fotografo, ha appena pubblicato il libro "Vangelo" per Drago. Lo abbiamo intervistato e in questa gallery trovate alcuni suoi scatti. 

01/02/2019 - Interviews

Lorenzo BITW

Lorenzo BITW, questa estate, ha pubblicato un album di 11 tracce, "Love Junction" per Friends of Friends. Lo abbiamo intervistato.

18/01/2019 - Interviews

Ila Brugal

Ila Brugal, vero nome Ilaria Mela, è una fotografa fiorentina classe '89 che vive a Londra da anni e ha fotografato soprattutto artisti della scena bass, soundsystem ed elettronica ma non solo. L’abbiamo conosciuta tramite la Numa Crew e in questa intervista ci racconta il suo perco...

12/12/2018 - Interviews

Was a be

È appena uscito "Overstep", il terzo EP su Shogun Audio a firma Was a be, ossia Fabio Forcella, producer e Dj originario di Como. Fino a pochi mesi fa dietro questo nome d'arte c'era anche Ivan Sarchi ma ora, con il passaggio da duo a progetto solista, in qualche modo s...

03/12/2018 - Interviews

DNN

Oltre a intervistato, a DNN abbiamo chiesto anche una playlist esclusiva.

29/11/2018 - Interviews

Kush Clouds

Abbiamo incontrato il duo milanese Kush Clouds, autore dell'EP "JOINT1".

06/11/2018 - Interviews

Stefano Ghittoni

Stefano Ghittoni (foto in homepage di Matteo Ghittoni) ci racconta "Mezzanine" e le atmosfere del 1998, anno di uscita di questo disco che i Massive Attack celebrano con un tour in arrivo anche in Italia nel 2019. 

05/11/2018 - Interviews

Aquadrop

Abbiamo rivolto qualche domanda ad Aquadrop, dj e producer milanese del roster di Doner Music.

19/10/2018 - Interviews

Ltd Colours

La nostra intervista ai due Ltd Colours (foto di Matteo Bellomo).

10/09/2018 - Interviews

Damianito

A maggio scorso, sulle pagine di Dj Mag abbiamo dedicato la nostra rubrica mensile a Damianito intitolando il pezzo "storia italiana di un dj in ascesa mondiale". Già, perché il ragazzo, partito da Matera, quest'anno ha vinto l'edizione internazionale del Red Bull 3St...

25/07/2018 - Interviews

Alessandro Romeo

Andrea Lai ha intervistato per noi il sound designer Alessandro Romeo che, nel 2015, ha fondato SampleTraxx.

25/06/2018 - Interviews

Andrea Mi

Leccese di base a Firenze, DJ, boss del radioshow Mixology, giornalista per Controradio e Soundwall, docente IED e Laba, collaboratore per il brand Vìen e la label OOH-sounds, Andrea Mi è stata una scelta super spontanea per le nostre interviste, avendo ricoperto nella storia della bas...

10/06/2018 - Interviews

Think’d

Think’d, rapper e dj, nel 2009 ha fondato Unctrl Alt Canc, uno dei primi progetti di bass music del Sud Italia e da anni, insieme al duo LTD Colours, anima il programma radiofonico Safe dove ha ospitato mix di artisti come Wallwork, Numa Crew, Deadroom, Mace e tanti altri, proponendo ritm...

28/05/2018 - Interviews

Leonard P (Grimeit)

Leonard P, fiorentino, da pochi mesi ha ideato un’etichetta insieme ai suoi soci della Numa Crew e a Dj Foster: Grimeit. L'esordio del marchio è avvenuto circa sei mesi fa con l'uscita del disco di Ninjaz MC, "Showgun". Nessun approccio purista: il grime è solo ...

21/05/2018 - Interviews

Merikan

Giuliano Gronholz aka Merikan, dj e producer classe 1990, da quando ha quindici anni è appassionato di elettronica e soprattutto di drum and bass. Ha vissuto a Londra ma da qualche tempo è tornato nella sua Napoli. Fa parte di MethLab Recordings e ha pubblicato alcune delle sue tracce ...

27/04/2018 - Interviews

Was a Be & Synth Ethics

Subtitles Music, Shogun Audio, The Dreamers Recordings e un EP appena uscito sulla prestigiosa Critical Music. Di chi stiamo parlando? Di quattro produttori italiani che fanno musica che potrebbe tranquillamente venire da Marte e invece sono italiani: Was a Be e Synth Ethics. Li abbiamo incontrati p...

08/01/2018 - Interviews

Inward, Hanzo & Randie

Inward, Hanzo & Randie sono tre produttori drum and bass tra i più attivi nella scena italiana e internazionale. Sono appena tornati da Londra dai DnB Arena Awards, il loro album era candidato tra i migliori del 2017 e, anche se non hanno vinto, si tratta comunque di un traguardo importan...

18/12/2017 - Interviews

Neve

Neve è producer, Dj e A+R di The Dreamers Recordings, etichetta di Torino che sta facendo molto parlare di sé, soprattutto all’estero e in particolare in Inghilterra. Lo scorso giugno, un suo Dj set ha aperto il primo round di Hellmuzik al Red Bull Culture Clash. Oggi esce un suo...

11/12/2017 - Interviews

Maztek

Maztek è di Roma. Suona da quando aveva 18 anni ed è passato dalla chitarra ai piatti e dai rave illegali ai club di tutto il mondo. Dal 2014 vive in Olanda dove è riuscito a mettere a fuoco la sua carriera e trovare il terreno fertile per arrivare a pubblicare su Ram, Regenade ...

04/12/2017 - Interviews

Ninjaz MC

Showgun (Grimeit), in uscita il 7 dicembre, è l’album di esordio di Ninjaz, MC della Numa Crew, collettivo toscano che rappresenta al meglio la via italiana alla bass music e che ha appena fondato Grimeit, etichetta dedicata proprio a questi suoni. L’artista fiorentino in questo d...

20/11/2017 - Interviews

ArpXP

Simone Deiana aka ArpXP è un DJ e producer sardo con uno stile che fonde drum'n'bass, jungle e future soul. Ha prodotto per etichette di punta come Metalheadz, V, Critical, Chronic fino alle più piccole e "future thinking" come Absys, Authentic, IM:Ltd e, vista la sua...

06/11/2017 - Interviews

Andrea Lai

Fondatore, insieme al compianto Riccardo Petitti, della seminale Agatha crew, Andrea Lai, romano, vive di musica dall'inizio degli anni '90, ricoprendo vari ruoli. La sua predilezione per tutta la bass music e il suo occhio aperto su tanti altri ritmi lo hanno portato a suonare tre volte, da...

23/10/2017 - Interviews

Kiril

Critical Music compie quindici anni e, per festeggiare, l’etichetta inglese sta facendo un tour mondiale. Il 31 ottobre la serata Critical Sound atterra al Centralino Club di Torino con il suo leader e fondatore Kasra a fare da traino a una line up notevole formata da Kiril, Was a Be, Synth Et...

10/10/2017 - Interviews

Calyx

Dnb Temple è il nuovo festival 100% drum and bass: due sale e più di dieci artisti in scena sabato 14 ottobre al Rivolta di Mestre. Abbiamo intervistato uno degli headiner dell’evento, il londinese Larry Cons AKA Calyx, attivo nella scena dal 1998 e che, con il suo socio Teebe...

Get in touch

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità Hellmuzik.com!