13/02/2019 - Interviews

Paolo Cenciarelli

by Andrea Lai

Paolo Cenciarelli, fotografo, ha appena pubblicato il libro "Vangelo" per Drago. Lo abbiamo intervistato e in questa gallery trovate alcuni suoi scatti. 

C’è stato un momento a Roma, durato qualche anno, nel quale in modo spontaneo tante persone si sono date da fare. Spinte dall’euforia del futuro che rappresentava l’immagine dell’anno 2000, tanti si sono spaccati la schiena e le orecchie per costruire una cultura underground che è germogliata e che oggi ancora fa ombra su Roma. Centri sociali illuminati, skater, DJ, artisti, club e angoli improbabili della città sono stati i corpi e i luoghi di un vero e proprio movimento, le cui parti non sempre sono state connesse, ma il cui lavoro è stato vitale e fondamentale. Difficile raccontare quel periodo in modo esaustivo attraverso le parole, più facile forse coglierne lo stile, il carattere e la potenza attraverso la fotografia. Serviva un fotografo immerso nel presente, in mezzo al villaggio per cogliere le pieghe, i segni, i volti di quegli anni. Paolo Cenciarelli ha scattato migliaia di foto mentre viveva immerso in quel movimento; ai suoi amici, ad artisti, rapper, DJ, motociclisti, tatuatori, suicide girls, case e persone sconosciute. Dopo anni, tutto quel materiale ha trovato faticosamente un ordine in un libro fotografico edito da Drago (bambino pestifero dell’editoria italiana/mondiale). Il risultato è un libro nel quale molti si ritroveranno, assemblato come sempre in modo ottimo da Drago, che nel suo fondatore Paulo Von Vacano, continua ad avere una guida illuminata per perlustrare angoli bui e poco frequentati. Insomma, Roma è piena di gentaccia, si dice, questa gentaccia quando si mette insieme sa raccontare ed emozionare, sa fare, creare, sognare e cambiare la città. È il caso che conosciate meglio Paolo Cenciarelli e la sua fotografia.

Chi è Paolo Cenciarelli?
Sono un fotografo ok, sono un ragazzo ok e sono una persona che ce la mette tutta per essere onesta e coerente. A volte mi viene bene, altre peggio.

Raccontaci che cos’è “Vangelo”.
“Vangelo” è tutto ciò che succede all’ombra del cupolone, della Santa Sede. Nella città del Papa, vivono differenti tipi di persone, alcune di queste sono raccontate in “Vangelo”. “Vangelo” è uno dei racconti di Roma all’inizio del secolo, che rappresenta in maniera trasversale alcuni movimenti underground di quegli anni e gran parte della mia vita e di quella dei miei amici. Alcuni vicini a me anche oggi.

Com’era in quegli anni Roma?
Roma è da sempre città aperta; ricordo che la prima volta che incontrai quello che oggi è il mio editore, Paulo Von Vacano di DRAGO, definii quel periodo il buco. Era un periodo intenso, pieno, molto rumore e mancava una testimonianza che ne avesse permesso la storificazione. “Vangelo” è anche questo. Io skateavo e facevo foto, ero un ragazzo che faceva parte di qualcosa, ho capito dopo di cosa.

Che energia c’era in quegli anni in città?
La stessa di oggi, probabilmente la stessa di domani; quello che è cambiato oggi è il dove trovare quell’energia di un tempo: una volta gli spazi erano più bui, oggi invece una parte dei movimenti underground romani è contestualizzata in spazi istituzionali, illuminati dai brand. La trovo una cosa bella, basta stare un poco attenti al come vendersi, ma era ora che qualcuno spendesse dei soldi.

Se dovessi individuare qualcosa a Roma adesso che abbia la stessa forza che aveva quel movimento che hai raccontato nel libro, cosa sceglieresti?
Subito dopo quel periodo c’è stato un forte periodo di movimento legato al clubbing. Oggi anche quello si è spento, la vera realtà romana oggi è ancora per strada e sono le contaminazioni, i nuovi arrivati, i diversi colore di pelle a influenzare la vita dei romani. Anche stavolta Roma è più mamma che mai.

Quando hai scattato le foto, avevi coscienza di avere a che fare con qualcosa che sarebbe diventato storia?
No, sentivo il profumo di qualcosa, per esempio nei ragazzi che rappavano riuscivo a intravedere un qualche tipo di futuro. Per quello che riguarda lo skateboarding e i graffiti invece non avevo coscienza di come quel movimento si sarebbe potuto evolvere.

Quanto c’è nella tua fotografia di ricerca di momenti storici, cioè quanto è importante per te immortalare qualcosa con il fine di testimoniarla e quanto una foto è pura estetica?
Non ricerco un’estetica forzata mentre scatto, anzi. Cerco di scattare con la testa sotto il cuscino, per citare qualcuno di molto importante. In un secondo momento mi accorgo delle possibilità estetiche dell’immagine e di quello che l’immagine racconta e del come lo racconta.

Come è stato scegliere tra tantissime foto quelle più funzionali al racconto che volevi fare?
La prima volta che abbiamo messo tutte le immagini insieme, tra immagini in pellicola e digitale, erano oltre 17.000 mila. Incredibilmente il percorso di editing e sequenza è stato svolto in pochi mesi, alcuni mesi sono serviti a dimenticarsene appositamente per riguardare la sequenza in un secondo momento. Abbiamo cercato di omaggiare tutti, dagli skateboarder, ai rapper, agli skin, ai romani. Roma è stata sempre con noi.

Ti senti più un raccontatore, qualcosa di simile a un giornalista, oppure più un artista, qualcosa di più simile a uno scrittore di romanzi?
Mi piacerebbe essere un poeta, credo che un poeta sia un romanziere con un grande dono di sintesi. Un poeta è un artista?

Cosa trovi di interessante nel fotografare la musica? C’è qualcosa di speciale che cerchi e che vuoi amplificare?
In “Vangelo” c’è molta della scena musicale romana, mi piace il mondo della musica, ma non quello degli show, piuttosto quello delle persone che della musica fanno parte, che fanno musica. Mi interessano le persone, poi i personaggi.

Come mai ti interessa la strada e le culture che in strada fioriscono?
Io sono figlio di una famiglia borghese, forse sono solo evaso; per poi tornare arricchito. Spesso il mio ruolo è stato quello di congiungere, unire, far incontrare, gli ultimi con i primi. Quello degli ultimi e quello dei primi sono dei ruoli spesso scambievoli.

More interviews

30/04/2020 - Interviews

Ltd Colours

Abbiamo avuto modo di ascoltare in anteprima “Eclipse”, il nuovo EP degli Ltd Colours e abbiamo rivolto qualche domanda ai due membri di questo interessante progetto italiano dal respiro internazionale.

10/12/2019 - Interviews

Zizzed

Zizzed ci racconta il suo intenso percorso nei ritmi elettronici, prima e dopo l'esperienza con Reset! (foto qui sopra di Marco Viggiani).  

20/11/2019 - Interviews

Yodaman

Esce oggi “Gioco Sporco” (Yodaman Music & Antistandard Recs), album grime di Yodaman (foto di Fabio Ficara).

25/09/2019 - Interviews

Railster

Railster (foto di Michela Nale) è un producer friulano residente a Londra. Ha pubblicato da poco un nuovo lavoro e con lui abbiamo parlato di questo ma anche di come vive Londra...

25/07/2019 - Interviews

ArpXp

Non è la prima volta che intervistiamo ArpXp (vedi qui). Questa volta parliamo del suo nuovo EP, "Somewhere Else", fresco di uscita per l'etichetta del Sun And Bass.

07/06/2019 - Interviews

Neuroscopia

A Milano, domani, sabato 8 giugno, Macao ospita Dom & Roland e Klone. Abbiamo intervistato i promotori della serata, le anime di Neuroscopia.  

24/05/2019 - Interviews

Exept

Gli Exept sono un duo italiano che, nel 2018, è entrato a gamba tesa nella scena europea drum and bass. Dopo l’uscita di “Kinshasa”, contenuto nella raccolta dell’etichetta Invisible, “Outlines 2”, sono entrati a far parte immediatamente del roster Methab, ...

13/05/2019 - Interviews

Inward

Inward è un producer ma anche un artista digitale e, nelle domande che gli abbiamo rivolto, ci siamo concentrati sulla sua arte 3D. 

07/05/2019 - Interviews

Phoet

"Broken Symmetry" è l'album di esordio del torinese Phoet. Già conosciuto come Ezra, il producer si è rimesso in discussione con questo nuovo alias e, anche grazie al supporto dell'etichetta Variables, sta facendo parlare molto di sé, a partire dall'...

16/04/2019 - Interviews

Nacho Tranquilo

Nacho Tranquilo è stato lanciato come l'MC lottatore e questa definizione (insieme alle sue foto con la maschera) ci ha incuriosito. 

04/04/2019 - Interviews

Xl Mad

"Badman Chronicles" è l'album d'esordio di Xl Mad, artista di origine portoricana a cui abbiamo rivolto qualche domanda (la foto in apertura è di Ila Brugal). 

20/03/2019 - Interviews

Dj Rocca

Dieci anni fa chiudeva il Maffia, un club con una storia unica in Italia, gestito da veri appassionati di musica. Ne abbiamo parlato con uno dei soci fondatori, Dj Rocca, cercando di concentrarci su quanto la drum and bass abbia contato in quell'esperienza. 

14/03/2019 - Interviews

Trust In Jungle

VSC, uno degli animatori della serata Trust In Jungle, ha raccontato a uno dei fondatori della storica Agatha Crew, Andrea Lai, come Roma vive la drum and bass oggi. Un dialogo tra due generazioni unite da ritmi underground e suoni bassosi. E tra una risposta e l'altra c'è a...

11/03/2019 - Interviews

Capibara

Dopo tante interviste, l'autore di "Omnia" (La Tempesta Dischi) risponde anche alle nostre domande, che prendono spunto da quanto e cosa gli altri hanno scritto finora...

08/03/2019 - Interviews

Beat Machine Records

Abbiamo intervistato i ragazzi di Beat Machine Records, etichetta indipendente italiana 

01/02/2019 - Interviews

Lorenzo BITW

Lorenzo BITW, questa estate, ha pubblicato un album di 11 tracce, "Love Junction" per Friends of Friends. Lo abbiamo intervistato.

18/01/2019 - Interviews

Ila Brugal

Ila Brugal, vero nome Ilaria Mela, è una fotografa fiorentina classe '89 che vive a Londra da anni e ha fotografato soprattutto artisti della scena bass, soundsystem ed elettronica ma non solo. L’abbiamo conosciuta tramite la Numa Crew e in questa intervista ci racconta il suo perco...

12/12/2018 - Interviews

Was a be

È appena uscito "Overstep", il terzo EP su Shogun Audio a firma Was a be, ossia Fabio Forcella, producer e Dj originario di Como. Fino a pochi mesi fa dietro questo nome d'arte c'era anche Ivan Sarchi ma ora, con il passaggio da duo a progetto solista, in qualche modo s...

03/12/2018 - Interviews

DNN

Oltre a intervistato, a DNN abbiamo chiesto anche una playlist esclusiva.

29/11/2018 - Interviews

Kush Clouds

Abbiamo incontrato il duo milanese Kush Clouds, autore dell'EP "JOINT1".

06/11/2018 - Interviews

Stefano Ghittoni

Stefano Ghittoni (foto in homepage di Matteo Ghittoni) ci racconta "Mezzanine" e le atmosfere del 1998, anno di uscita di questo disco che i Massive Attack celebrano con un tour in arrivo anche in Italia nel 2019. 

05/11/2018 - Interviews

Aquadrop

Abbiamo rivolto qualche domanda ad Aquadrop, dj e producer milanese del roster di Doner Music.

19/10/2018 - Interviews

Ltd Colours

La nostra intervista ai due Ltd Colours (foto di Matteo Bellomo).

10/09/2018 - Interviews

Damianito

A maggio scorso, sulle pagine di Dj Mag abbiamo dedicato la nostra rubrica mensile a Damianito intitolando il pezzo "storia italiana di un dj in ascesa mondiale". Già, perché il ragazzo, partito da Matera, quest'anno ha vinto l'edizione internazionale del Red Bull 3St...

25/07/2018 - Interviews

Alessandro Romeo

Andrea Lai ha intervistato per noi il sound designer Alessandro Romeo che, nel 2015, ha fondato SampleTraxx.

25/06/2018 - Interviews

Andrea Mi

Leccese di base a Firenze, DJ, boss del radioshow Mixology, giornalista per Controradio e Soundwall, docente IED e Laba, collaboratore per il brand Vìen e la label OOH-sounds, Andrea Mi è stata una scelta super spontanea per le nostre interviste, avendo ricoperto nella storia della bas...

10/06/2018 - Interviews

Think’d

Think’d, rapper e dj, nel 2009 ha fondato Unctrl Alt Canc, uno dei primi progetti di bass music del Sud Italia e da anni, insieme al duo LTD Colours, anima il programma radiofonico Safe dove ha ospitato mix di artisti come Wallwork, Numa Crew, Deadroom, Mace e tanti altri, proponendo ritm...

28/05/2018 - Interviews

Leonard P (Grimeit)

Leonard P, fiorentino, da pochi mesi ha ideato un’etichetta insieme ai suoi soci della Numa Crew e a Dj Foster: Grimeit. L'esordio del marchio è avvenuto circa sei mesi fa con l'uscita del disco di Ninjaz MC, "Showgun". Nessun approccio purista: il grime è solo ...

21/05/2018 - Interviews

Merikan

Giuliano Gronholz aka Merikan, dj e producer classe 1990, da quando ha quindici anni è appassionato di elettronica e soprattutto di drum and bass. Ha vissuto a Londra ma da qualche tempo è tornato nella sua Napoli. Fa parte di MethLab Recordings e ha pubblicato alcune delle sue tracce ...

27/04/2018 - Interviews

Was a Be & Synth Ethics

Subtitles Music, Shogun Audio, The Dreamers Recordings e un EP appena uscito sulla prestigiosa Critical Music. Di chi stiamo parlando? Di quattro produttori italiani che fanno musica che potrebbe tranquillamente venire da Marte e invece sono italiani: Was a Be e Synth Ethics. Li abbiamo incontrati p...

08/01/2018 - Interviews

Inward, Hanzo & Randie

Inward, Hanzo & Randie sono tre produttori drum and bass tra i più attivi nella scena italiana e internazionale. Sono appena tornati da Londra dai DnB Arena Awards, il loro album era candidato tra i migliori del 2017 e, anche se non hanno vinto, si tratta comunque di un traguardo importan...

18/12/2017 - Interviews

Neve

Neve è producer, Dj e A+R di The Dreamers Recordings, etichetta di Torino che sta facendo molto parlare di sé, soprattutto all’estero e in particolare in Inghilterra. Lo scorso giugno, un suo Dj set ha aperto il primo round di Hellmuzik al Red Bull Culture Clash. Oggi esce un suo...

11/12/2017 - Interviews

Maztek

Maztek è di Roma. Suona da quando aveva 18 anni ed è passato dalla chitarra ai piatti e dai rave illegali ai club di tutto il mondo. Dal 2014 vive in Olanda dove è riuscito a mettere a fuoco la sua carriera e trovare il terreno fertile per arrivare a pubblicare su Ram, Regenade ...

04/12/2017 - Interviews

Ninjaz MC

Showgun (Grimeit), in uscita il 7 dicembre, è l’album di esordio di Ninjaz, MC della Numa Crew, collettivo toscano che rappresenta al meglio la via italiana alla bass music e che ha appena fondato Grimeit, etichetta dedicata proprio a questi suoni. L’artista fiorentino in questo d...

20/11/2017 - Interviews

ArpXP

Simone Deiana aka ArpXP è un DJ e producer sardo con uno stile che fonde drum'n'bass, jungle e future soul. Ha prodotto per etichette di punta come Metalheadz, V, Critical, Chronic fino alle più piccole e "future thinking" come Absys, Authentic, IM:Ltd e, vista la sua...

06/11/2017 - Interviews

Andrea Lai

Fondatore, insieme al compianto Riccardo Petitti, della seminale Agatha crew, Andrea Lai, romano, vive di musica dall'inizio degli anni '90, ricoprendo vari ruoli. La sua predilezione per tutta la bass music e il suo occhio aperto su tanti altri ritmi lo hanno portato a suonare tre volte, da...

23/10/2017 - Interviews

Kiril

Critical Music compie quindici anni e, per festeggiare, l’etichetta inglese sta facendo un tour mondiale. Il 31 ottobre la serata Critical Sound atterra al Centralino Club di Torino con il suo leader e fondatore Kasra a fare da traino a una line up notevole formata da Kiril, Was a Be, Synth Et...

10/10/2017 - Interviews

Calyx

Dnb Temple è il nuovo festival 100% drum and bass: due sale e più di dieci artisti in scena sabato 14 ottobre al Rivolta di Mestre. Abbiamo intervistato uno degli headiner dell’evento, il londinese Larry Cons AKA Calyx, attivo nella scena dal 1998 e che, con il suo socio Teebe...

Get in touch

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità Hellmuzik.com!