10/10/2017 - Interviews

Calyx

by Vivian Scarpuzza

Dnb Temple è il nuovo festival 100% drum and bass: due sale e più di dieci artisti in scena sabato 14 ottobre al Rivolta di Mestre. Abbiamo intervistato uno degli headiner dell’evento, il londinese Larry Cons AKA Calyx, attivo nella scena dal 1998 e che, con il suo socio Teebee, ha contribuito a scrivere la storia di questo genere musicale firmando tracce come Elevate This Sound.

Ciao Larry, prima di tutto vorrei chiederti cosa ne pensi della scena DnB italiana? Hai sentito le produzioni di queste parti? Segui qualche artista in particolare?
La scena DnB italiana si è sempre piazzata nella parte più “underground” dello spettro commerciale rispetto ad altri Paesi. Certo, ha avuto i suoi alti e bassi – a volte pare che sia in crescita, con eventi, location e pubblico sempre più numerosi; altre volte, invece, sembra decadere e sparire gradualmente – ma, in generale, la bellezza della DnB è la sua resistenza: in quanto genere “underground”, è sempre presente e proiettata nel futuro con nuovi talenti e promoter, anche su piccolissima scala. I producer italiani hanno catturato la mia attenzione per anni e recentemente sembra che abbiano raggiunto un livello che pochi altri Paesi sono riusciti a ottenere: da voi ci sono un sacco di artisti che stanno facendo musica fantastica e che stanno ricevendo, con merito, attenzioni in tutti i diversi stili e sottogeneri della DnB. Ultimamente, ho trovato ottimo l’ultimo album di Inward, Hanzo & Randie, così come mi piace praticamente tutto di Kiril e dei Was a Be. Ho suonato pezzi di Maztek, Dabs & Disprove per un sacco di tempo e mi sto sicuramente dimenticando tanti altri che fanno musica che amo ma, come potete vedere, mi piace molto la DnB italiana!

Sei nella scena da parecchi anni ormai, hai toccato con mano l’evoluzione della DnB e hai suonato ovunque: dalle warhouse ai club e da qualche anno a questa parte nei maggiori festival. Qual è la situazione in cui ami suonare di più?
Mi piacciono davvero tutti i tipi di location, per diverse ragioni. Non c’è dubbio che suonare davanti a un’immensa folla da stadio faccia provare un’emozione incredibile ma il legame tra il DJ e il dancefloor non è comparabile a quello ottenibile in un luogo più piccolo, quando il pubblico è vicino e ci si può nutrire a vicenda di energie e reazioni.

Hai letto il report dell’Ibiza’s International Music Summit? Sembra che la drum and bass sia uno dei generi musicali più in crescita nel 2017. Secondo te un producer potrebbe vivere di sola musica? Hai qualche consiglio “non professionale” da dare a chi si avvicina alla produzione musicale?
Non ho letto il report ma direi che un giovane produttore DnB al giorno d’oggi non può vivere solo di uscite musicali senza lavorare anche come DJ. I ricavi delle release digitali e dello streaming (anche se stanno aumentando) sono ancora irrisori in confronto ai primi tempi, quando le vendite dei vinili erano alle stelle e un producer poteva veramente vivere dei proventi della vendita di copie fisiche della sua musica senza dover essere anche un DJ per sopravvivere. Il mio consiglio non professionale a un producer emergente è di rinchiudersi in studio per più tempo possibile per imparare, creare e sperimentare. In ogni momento, ovunque nel mondo, quando non si lavora alla propria musica, la competizione per la scena DnB è forte ed è quindi necessario passare più ore possibile a produrre, traccia dopo traccia, e a continuare a migliorare in quanto a idee creative e ingegneria musicale.

C’è qualcosa che hai imparato con il tempo sul mondo della produzione che avresti voluto sapere quando hai iniziato?
Innanzitutto vorrei aver avuto la conoscenza che ho ora in ambito di produzione e ingegneria audio. Poi, nei primi tempi in cui facevo uscire DnB e provavo a diventare più “stabile”, avrei voluto sapere quali label mi avrebbero imbrogliato e quali invece mi avrebbero pagato.

Il testo di Elevate This Sound dice “Now I’ve found, the visions in my dreams unbound music melts down, it’s time to elevate this sound”: pare che anche il vocal sia tuo. Hai mai preso lezioni di canto?
Non ho mai preso lezioni di canto. Sono un cantante riluttante, ho cominciato a cantare sulle nostre tracce solo quando varie persone ci hanno deluso perché non esprimevano nulla o i testi e le melodie non ci piacevano abbastanza. Per un anno ho preso il microfono e cantato sopra alle tracce quando facevamo DJ set, ma senza fare nessun soundcheck prima dell’apertura del locale era un po’ un terno al lotto, non sapevamo se i livelli dell’EQ e del microfono avrebbero funzionato, quindi non l’ho più fatto per un po’ di anni. Abbiamo parlato della possibilità di fare un progetto live ma per ora non è diventato realtà: per il momento preferirei fare nuova musica e andare in tour come DJ invece di farmi venire un esaurimento nervoso cercando di promuovere una performance veramente “live”. Siamo onesti, anche se la maggior parte delle esibizioni si dicono “live”, di solito si preme play su un set sequenziato e si “suonano” solo alcune parti sopra questa base: si fanno moltissimi sforzi per far andare in tour un sacco di gente – con tanta attrezzatura – che non fa quello che io considero veramente un “live”.

A voi una Playlist esclusiva di Calyx X Dnb Temple per info sull’evento clicca qui.

More interviews

12/12/2018 - Interviews

Was a be

È appena uscito "Overstep", il terzo EP su Shogun Audio a firma Was a be, ossia Fabio Forcella, producer e Dj originario di Como. Fino a pochi mesi fa dietro questo nome d'arte c'era anche Ivan Sarchi ma ora, con il passaggio da duo a progetto solista, in qualche modo s...

03/12/2018 - Interviews

DNN

Abbiamo intervistato e chiesto una playlist esclusiva a DNN.

29/11/2018 - Interviews

Kush Clouds

La nostra intervista al duo milanese Kush Clouds, autore dell'EP "JOINT1".

06/11/2018 - Interviews

Stefano Ghittoni

Stefano Ghittoni (foto in homepage di Matteo Ghittoni) ci racconta "Mezzanine" e le atmosfere del 1998, anno di uscita di questo disco che i Massive Attack celebrano con un tour in arrivo anche in Italia nel 2019. 

05/11/2018 - Interviews

Aquadrop

La nostra intervista ad Aquadrop, dj e producer milanese del roster di Doner Music.

19/10/2018 - Interviews

Ltd Colours

La nostra intervista ai due Ltd Colours (foto di Matteo Bellomo).

10/09/2018 - Interviews

Damianito

A maggio scorso, sulle pagine di Dj Mag abbiamo dedicato la nostra rubrica mensile a Damianito intitolando il pezzo "storia italiana di un dj in ascesa mondiale". Già, perché il ragazzo, partito da Matera, quest'anno ha vinto l'edizione internazionale del Red Bull 3St...

25/07/2018 - Interviews

Alessandro Romeo

Andrea Lai ha intervistato per noi il sound designer Alessandro Romeo che, nel 2015, ha fondato SampleTraxx.

25/06/2018 - Interviews

Andrea Mi

Leccese di base a Firenze, DJ, boss del radioshow Mixology, giornalista per Controradio e Soundwall, docente IED e Laba, collaboratore per il brand Vìen e la label OOH-sounds, Andrea Mi è stata una scelta super spontanea per le nostre interviste, avendo ricoperto nella storia della bas...

10/06/2018 - Interviews

Think’d

Think’d, rapper e dj, nel 2009 ha fondato Unctrl Alt Canc, uno dei primi progetti di bass music del Sud Italia e da anni, insieme al duo LTD Colours, anima il programma radiofonico Safe dove ha ospitato mix di artisti come Wallwork, Numa Crew, Deadroom, Mace e tanti altri, proponendo ritm...

28/05/2018 - Interviews

Leonard P (Grimeit)

Leonard P, fiorentino, da pochi mesi ha ideato un’etichetta insieme ai suoi soci della Numa Crew e a Dj Foster: Grimeit. L'esordio del marchio è avvenuto circa sei mesi fa con l'uscita del disco di Ninjaz MC, "Showgun". Nessun approccio purista: il grime è solo ...

21/05/2018 - Interviews

Merikan

Giuliano Gronholz aka Merikan, dj e producer classe 1990, da quando ha quindici anni è appassionato di elettronica e soprattutto di drum and bass. Ha vissuto a Londra ma da qualche tempo è tornato nella sua Napoli. Fa parte di MethLab Recordings e ha pubblicato alcune delle sue tracce ...

27/04/2018 - Interviews

Was a Be & Synth Ethics

Subtitles Music, Shogun Audio, The Dreamers Recordings e un EP appena uscito sulla prestigiosa Critical Music. Di chi stiamo parlando? Di quattro produttori italiani che fanno musica che potrebbe tranquillamente venire da Marte e invece sono italiani: Was a Be e Synth Ethics. Li abbiamo incontrati p...

08/01/2018 - Interviews

Inward, Hanzo & Randie

Inward, Hanzo & Randie sono tre produttori drum and bass tra i più attivi nella scena italiana e internazionale. Sono appena tornati da Londra dai DnB Arena Awards, il loro album era candidato tra i migliori del 2017 e, anche se non hanno vinto, si tratta comunque di un traguardo importan...

18/12/2017 - Interviews

Neve

Neve è producer, Dj e A+R di The Dreamers Recordings, etichetta di Torino che sta facendo molto parlare di sé, soprattutto all’estero e in particolare in Inghilterra. Lo scorso giugno, un suo Dj set ha aperto il primo round di Hellmuzik al Red Bull Culture Clash. Oggi esce un suo...

11/12/2017 - Interviews

Maztek

Maztek è di Roma. Suona da quando aveva 18 anni ed è passato dalla chitarra ai piatti e dai rave illegali ai club di tutto il mondo. Dal 2014 vive in Olanda dove è riuscito a mettere a fuoco la sua carriera e trovare il terreno fertile per arrivare a pubblicare su Ram, Regenade ...

04/12/2017 - Interviews

Ninjaz MC

Showgun (Grimeit), in uscita il 7 dicembre, è l’album di esordio di Ninjaz, MC della Numa Crew, collettivo toscano che rappresenta al meglio la via italiana alla bass music e che ha appena fondato Grimeit, etichetta dedicata proprio a questi suoni. L’artista fiorentino in questo d...

20/11/2017 - Interviews

ArpXP

Simone Deiana aka ArpXP è un DJ e producer sardo con uno stile che fonde drum'n'bass, jungle e future soul. Ha prodotto per etichette di punta come Metalheadz, V, Critical, Chronic fino alle più piccole e "future thinking" come Absys, Authentic, IM:Ltd e, vista la sua...

06/11/2017 - Interviews

Andrea Lai

Fondatore, insieme al compianto Riccardo Petitti, della seminale Agatha crew, Andrea Lai, romano, vive di musica dall'inizio degli anni '90, ricoprendo vari ruoli. La sua predilezione per tutta la bass music e il suo occhio aperto su tanti altri ritmi lo hanno portato a suonare tre volte, da...

23/10/2017 - Interviews

Kiril

Critical Music compie quindici anni e, per festeggiare, l’etichetta inglese sta facendo un tour mondiale. Il 31 ottobre la serata Critical Sound atterra al Centralino Club di Torino con il suo leader e fondatore Kasra a fare da traino a una line up notevole formata da Kiril, Was a Be, Synth Et...

Get in touch

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità Hellmuzik.com!